postura_al_pc

Postura al pc e Smart Working

Prima di descriverti la postura corretta da tenere davanti al PC, occorre fare una precisazione: è importante ricordare che una posizione statica, anche se quella corretta, va interrotta e non mantenuta per tanto tempo. Una piccola pausa, quattro passi attorno al tavolo, una camminata mentre si parla al telefono possono essere di grande aiuto.

Ma quale è la posizione corretta? La conosci già o hai qualche dubbio? Tranquillo sono qui per rinfrescarti  la memoria.

Postura al PC

Lo schermo non deve essere troppo vicino ma mantienilo ad una distanza di circa 50-70 cm dagli occhi; inoltre il PC dovrebbe essere sempre centrale e non spostato di lato in modo da evitare un sovraccarico a livello cervicale.

Le spalle e le braccia devono essere in una posizione rilassata con il gomito appoggiato sui braccioli della sedia o con l’avambraccio appoggiato sulla scrivania.

La schiena deve essere diritta e appoggiata allo schienale. Può essere utile in qualche caso utilizzare un cuscino di supporto a livello della colonna lombare per mantenerla in una posizione neutra.  

Le ginocchia flesse di 90° cosi come i piedi ben appoggiati per terra.

Per lavoro trascorri gran parte delle tue giornate davanti ad un PC? Lo stai facendo anche in questo periodo? Magari seduto al tavolo della cucina o sul divano con i bambini che corrono e strillano nel salotto e non nel tuo ufficio alla tua “amata” scrivania?

ALCUNI CONSIGLI


FARE PAUSE

Come già accennato in precedenza, è importante alzarsi ogni 30-60 minuti. Lo so, stare seduti sul divano mentre si lavora è molto comodo ma il nostro corpo ha bisogno di muoversi e cambiare posizione.

Muoversi è fondamentale non solo per le articolazioni o  per i muscoli ma anche per ossigenare i tessuti. Di ciò ne beneficerà anche il cervello e di conseguenza sarai più concentrato e i risultati saranno migliori.

Quindi ogni tanto alzati, fai movimento e NON STARE FERMO


ALTEZZA DELLA SEDIA

Regola l’altezza della sedia in modo tale da mantenere una posizione neutra a livello della zona lombare. Se non puoi regolarla potresti utilizzare un cuscino sotto i glutei.

Ti consiglio di stare seduto verso il fondo della sedia. Se hai uno schienale che si flette potresti utilizzare un supporto a livello della colonna lombare. Stai attento però a non scivolare troppo avanti.


LUMINOSITA’

E’ importante scegliere un luogo della casa dove l’illuminazione sia ottimale e dove non ci sono riflessi sul computer che possono causare un affaticamento della vista.

Se ciò non è possibile potresti intervenire manualmente sull’inclinazione dello schermo o sulla luminosità in modo tale da adattarla alla luce della stanza.


POSIZIONE DEL MONITOR

La posizione del computer è altrettanto importante per evitare problemi ai muscoli della zona cervicale. In molti casi il monitor è spostato a destra o a sinistra rispetto la tastiera inducendo la colonna cervicale a rimanere ruotata per tanto tempo.

Stai attento a non tenerlo troppo in basso perché potresti avere problemi a livello della cervicale. In questo caso ti consiglio l’utilizzo di un supporto per PC, o anche dei semplici libri, in modo tale da posizionare il monitor nella posizione corretta.


UTILIZZO DEL CELLULARE

Per il tuo lavoro devi usare spesso il cellulare? Ricorda che tenerlo tra l’orecchio e il collo può sovraccaricare i muscoli della cervicale. Cerca di utilizzare gli auricolari o mettere in vivavoce.

Ricorda di seguire da subito questi preziosi consigli e condividili per aiutare parenti e amici a mantenere una postura corretta durante lo smart working.


Ricorda di seguire da subito questi preziosi consigli e condividili per aiutare parenti e amici a mantenere una postura corretta durante lo smart working.

A cura del Dott. Marco Villa – Fisioterapista Ortokinetico

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH