Riabilitazione pavimento pelvico

Riabilitazione pavimento pelvico

Il pavimento pelvico è una struttura costituita da vari tessuti, in particolare muscoli, che anatomicamente chiude verso il basso la cavità addominale ed esercita un ruolo di sostegno fondamentale su tutto l’apparato genitale femminile garantendo la continenza urinaria e fecale e permettendo una soddisfacente vita sessuale.

La riabilitazione del pavimento pelvico o rieducazione perineale si propone essenzialmente quattro obiettivi:

  • ginecologico (prevenzione e/o trattamento dei prolassi)
  • urologico (prevenzione e/o trattamento dell’incontinenza urinaria)
  • proctologico (prevenzione e trattamento dell’incontinenza fecale)
  • sessuologico (miglioramento della qualità della vita sessuale)

In quali casi si può verificare un deficit del pavimento pelvico?

La gravidanza ed il parto possono rappresentare due momenti chiave per l’instaurarsi di alterazioni della funzionalità muscolare del perineo. Una prevenzione dei danni può essere attuata durante la gravidanza cercando di contenere un eccessivo aumento di peso e con un’adeguata preparazione della muscolatura al parto e con una corretta assistenza al parto.

Anche la menopausa viene considerato un periodo a rischio per la funzionalità del pavimento pelvico: la brusca caduta degli ormoni che la caratterizza può determinare un deficit di vario grado o l’aggravamento di un disturbo preesistente.

Altri fattori di rischio vengono considerati la riduzione dell’attività fisica e varie alterazioni muscolo-scheletriche.

Lo SCOPO DELLA RIABILITAZIONE del pavimento pelvico è quello di TONIFICARE LA MUSCOLATURA DEFICITARIA, al fine di PREVENIRE e CURARE l’incontinenza e le problematiche sessuali.

Esempi di indicazione preventiva sono:

  • post-partum
  • pre e post chirurgia pelvica
  • deficit del pavimento pelvico di origine neurologico

Esempi di indicazione terapeutica sono:

  • incontinenza urinaria da sforzo
  • incontinenza urinaria da urgenza
  • prolasso genitale di grado lieve
  • problematiche sessuali (dolore durante i rapporti)

La metodologia si avvale di un trattamento multiplo il cui scopo è quello di permettere alla donna di migliorare le proprie condizioni e di continuare autonomamente a domicilio gli esercizi al fine di mantenere nel tempo i risultati ottenuti.

Nel nostro ambulatorio, l’ostetrica, supportata dai medici dell’ambulatorio di uro-ginecologia, formula un percorso personalizzato, calibrato sulle esigenze della singola paziente.

SESSUALITA’ E DOLORE: RUOLO DEL PAVIMENTO PELVICO

Numerosi studi hanno evidenziato il coinvolgimento della muscolatura del piano perineale in pazienti con disfunzioni sessuali soprattutto di tipo doloroso. Fra questi si può nominare la DISPAREUNIA (dolore durante i rapporti sessuali), il VAGINISMO (spasmo involontario dei muscoli perineali tale da interferire e a volte impedire la penetrazione sessuale) e la VULVODINIA (dolore vulvo-vaginale persistente o ricorrente). Uno stato di contrazione cronica dei muscoli del pavimento pelvico è la risposta difensiva al sintomo doloroso e causa della sua persistenza. Alla luce di questa affermazione emerge l’importanza di una corretta riabilitazione dei muscoli del pavimento pelvico come strategia terapeutica che può rivelarsi efficace nei disturbi dolorosi della sessualità grazie al miglioramento della capacità contrattile e dell’elasticità della muscolatura, oltre al miglioramento della componente vascolare e sensitiva.

Staff Riabilitazione Pavimento Pelvico

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH